Studio De Luca - Implantologia e Chirurgia avanzata


Vai ai contenuti

L'Ortodonzia per adulti e quella chirurgica

Ortodonzia

Ortodonzia per adulti

La bocca serve non solo per cibarsi e respirare, ma è anche l'organo della comunicazione e pertanto attira automaticamente gli sguardi altrui. Non stupisce quindi, che denti belli, sani e regolari siano considerati come il "biglietto da visita" di una persona attraente e curata.

Mentre da tempo siamo abituati a vedere bambini e adolescenti che portano l'apparecchio ortodontico, lo stesso non si può dire delle persone adulte. Negli adulti, i portatori di apparecchi sono tutt'ora relativamente rari, sebbene negli ultimi anni questo fenomeno sia in forte crescita. Uno dei motivi ne è sicuramente la mancanza d'informazione sulle possibilità dell'ortodonzia per adulti. Con i metodi oggi a disposizione è possibile correggere le malposizioni dentali negli adulti di qualsiasi età.

Normalmente la correzione ortodontica nell'adulto viene eseguita con apparecchi fissi, che devono essere portati per un periodo da 6 a 24 mesi. L'idea, di avere in bocca un apparecchio ortodontico per un tempo così lungo, spaventa la maggior parte delle persone. Bisogna tuttavia tener conto che, grazie alle nuove tecnologie, gli apparecchi ortodontici sono oggi molto più confortevoli e gradevoli da portare che in passato. Anche dal punto di vista estetico sono stati fatti grandi passi avanti: apparecchi invisibili o quasi - che una volta erano un sogno - sono diventati una realtà alla portata di tutti i pazienti.

Canini inclusi

La mancata eruzione di un dente permanente rappresenta un problema ortodontico abbastanza frequente. I difetti di crescita possono essere localizzati e imputabili ad una deviazione dalla normale direzione di eruzione di un dente permanente, il qual può rimanere incluso, o più generalizzati e imputabili ad un'anomalia nei meccanismi di eruzione. Molto frequente è l'inclusione dei canini permanenti.

I canini inclusi si trovano molto più frequentemente nell'arcata superiore che in quella inferiore (rapporto 20:1). Superiormente si presentano più spesso nella zona palatale dell'arcata con un rapporto di 3:1 rispetto alle zone vestibolari.

Inferiormente il canino incluso generalmente si trova sulla superficie vestibolare della mandibola (di rado lingualmente). Più interessato alla patologia il sesso femminile, probabilmente perché le ossa del cranio del mascellare e della mandibola nella donna sono di solito più minute che nell'uomo.

Chirurgia ortodontica corticale

Grazie a questa tecnica i denti possono essere riposizionati ortodonticamente in manera rapida grazie a dei micro tagli sulle ossa mascellari. Una tecnica sicura e dai risultati sbalorditivi. Sono pochi i dentisti in grado di effettuarla.
L'indicazione è soprattutto per i pazienti adulti ove è più difficile applicare manovre ortodontiche


Menu di sezione:


Torna ai contenuti | Torna al menu